CULTURA E SPETTACOLI

Lecce incorona Dario Argento con l’Ulivo d’Oro alla carriera al XXI Festival del Cinema Europeo

(di Marino Flavio Lombardi) Lecce – Protagonista dell’edizione in streaming 2020 del Festival del Cinema Europeo è stato il regista Dario Argento, indiscusso maestro di quel genere giallo-thriller che pochi nella storia sono riusciti a realizzare. Ha ricevuto il premio Ulivo d’Oro alla carriera e ha dialogato in un incontro streaming, mediato da Steve Della Casa, con il suo amatissimo pubblico, parlando dei suoi ormai celebri capolavori, nella fattispecie L’uccello dalle piume di cristallo (1970), Profondo rosso (1975), Suspiria (1977), Inferno (1980), Phenomena (1985), La terza madre (2007); spiegando ai suoi fans i motivi che lo hanno portato a fare il cinema, innanzitutto la sue infinita e sterminata passione per questa tecnica artistica del novecento, alimentata dalle sue paure infantili, da alcuni ricordi intimi che il regista ha vissuto nella sua Roma dell’infanzia e dell’adolescenza degli anni quaranta e cinquanta. Tutti i film descritti sono stati trasmessi via web ed alcuni di questi, come L’uccello dalle piume di cristallo e Phenomena, resteranno in streaming fino al 7 novembre. Ma il festival leccese non si è fermato certo qui, altra protagonista è stata la poetessa Ada Merini, che in suo ricordo è stato presentato in anteprima il libro da lei scritto in collaborazione con Cosimo Damiano Damato dal titolo “Fate l’amore. Alda Dante Rock”; e in più un album fotografico dell’artista Giuliano Grittini. Il libro raccoglie tutta una serie di ricordi della poetessa, dagli amori, alle passioni, alle sofferenze della guerra, al successo. E’ stato tra l’altro presentato un film documentario sulla vita della Merini dal titolo Alda Merini. Una donna sul palcoscenico (2009), di Cosimo Damiano Damato, nel quale il regista ha accuratamente filmato per un arco temporale di circa un triennio, la vita privata dell’artista descrivendo le sue sensazioni più intime. Non è mancata anche quest’anno la sezione Cinema e Realtà, focalizzando l’attenzione su fatti e problematiche sociali contemporanee con la selezione di una serie di documentari su argomenti che ci toccano da vicino, come Rock the world (2020), di Federico Giannace, una coproduzione italo giamaicana. Il 3 novembre è stato disponibile in streaming il film The nest (Il nodo), di Roberto De Feo, in concorso all’XI edizione del Premio Verdone. Il festival ha anche dedicato una sezione ai grandi protagonisti della storia del cinema italiano, come Ugo Tognazzi, Giancarlo Giannini, Virna Lisi, Lucia Bosè, Claudia Cardinale, Stefania Sandrelli, Milena Vukotic, ai più recenti Michele Placido, Margherita Buy, Valeria Golino, Tony Servillo, Kim Rossi Stuart, Elio Germano, Enzo Castellitto. Il Festival del Cinema Europeo di Lecce è organizzato e diretto da Alberto La Monica, la piattaforma streaming per seguire gli appuntamenti è il canale hashtag #fce2020 #festivaldelcinemaeuropeo, il sito per qualsiasi informazione è www.festivaldelcinemaeuropeo.com.

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/baripos2/public_html/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 94
style=”display:none;”>
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Sorry! The Author has not filled his profile.