CULTURA E SPETTACOLI

Taranto città-fortezza impenetrabile nel film Mondocane del regista esordiente Alessandro Celli

(di Marino Flavio Lombardi) Molti ricorderanno il mitico film 1997 Fuga da New York, di John Carpenter, nel quale Manhattan in un allora ipotetico futuro era completamente bandita e blindata, regno della criminalità più efferata e diventata una città prigione; una storia simile che ci ricorda una tale situazione, sembra essere il film di cui sono tuttora in corso le riprese a Taranto, dal titolo Mondocane, di Alessandro Celli, regista esordiente. La trama presenta una Taranto ormai isolata e blindata, all’interno della quale nessuno può o ha il coraggio di oltrepassare i confini, preda ormai della criminalità più efferata; all’interno resistono le persone povere che lottano per sopravvivere e, ovviamente, una gang criminale cerca di prendere il potere della stessa città, consapevole che nessuno potrà ostacolarla. Protagonista e capo di questa gang è l’attore Alessandro Borghi, che lotterà per la supremazia della sua banda a discapito di quella nemica. Una trama insolita per il cinema italiano e per gli scenari pugliesi, che dopo l’avventura delle riprese dell’ultimo film della saga 007 James Bond, si ritrovano ancora teatro di film particolari, che sembrano rinviare a mitiche produzioni passate; protagonisti anche Barbara Ronchi, Ludovica Nasti, Josafat Vagni, Giuliano Soprano e Dennis Protopapa. Prodotto da Matteo Rovere per la Groenlandia Film in collaborazione con Rai Cinema, le riprese stanno interessando un arco di circa sette settimane di lavorazione e vedranno varie location tra Taranto e Roma.

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/baripos2/public_html/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 94
style=”display:none;”>
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Sorry! The Author has not filled his profile.