CRONACA

Parte a Bari l’XI rassegna cinematografica sulla legalità dal titolo “L’Edificio della Memoria”

(di Marino Flavio Lombardi) Presso il Cineporto di Bari (AFC) ha preso il via l’XI rassegna di cinema sul tema della legalità dal titolo “L’Edificio della Memoria”, un progetto ormai decennale che coinvolge varie scuole della Puglia, con l’obiettivo di avvicinare ragazzi e bambini a questo importantissimo problema, cercando di far comprendere quali siano i veri valori con cui affrontare la vita, come il rispetto per la propria vita e quella altrui, il diritto alla libertà individuale, di razza, di sesso, di opinione, etc. rifacendosi all’art. 3 della costituzione, su temi quali l’uguaglianza, la violenza di genere, la microcriminalità;  ma anche riflettere sulla stessa parola “Costituzione” in un mondo ormai quasi totalmente sommerso dagli interessi personali e dai profitti. La rassegna è articolata in varie proiezioni di film sul tema della legalità, il 3 dicembre è già stato proiettato La paranza dei bambini, di Claudio Giovannesi, tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Saviano, dove si mette a confronto e contatto la malavita napoletana con la realtà fragile dei più piccoli, spesso vittime di tale sistema. La rassegna è aperta a tutti come spunto per riflettere e tessere insieme una tela allergica a tutti i tipi di mafie. I prossimi appuntamenti saranno martedì 21 gennaio 2020 con una duplice proiezione, presso il Cineporto la mattina alle 9.30, presso l’aula magna del tribunale di Bari alle 15.30, del film La Corte Costituzionale nelle carceri, di Fabio Cavalli, prodotto da Rai Cinema e Clipper Media; alla proiezione saranno presenti oltre al regista, il giudice costituzionale Silvana Sciarra, la responsabile della comunicazione della Corte Costituzionale Donatella Stasio; l’11 febbraio 2020 sempre in duplice appuntamento, verrà proiettato Selfie, di Agostino Ferrente, con la stessa presenza del regista, al quale il pubblico potrà porre domande; l’ultima proiezione è prevista per il 10 Marzo 2020 sempre presso il Cineporto con Dolcissime, di Francesco Ghiaccio, alla quale parteciperà parte del cast. Sarà possibile anche effettuare indagini e progetti fumettistici, giornalistici e teatrali su questi temi prendendo i film come spunto, incontrando protagonisti e testimoni come giornalisti, giudici, avvocati, registi, attori. Quest’anno è stato anche istituito un concorso per cortometraggi con il premio SocialCort in memoria del dirigente della sezione Sicurezza del Cittadino, Politiche per le migrazioni e Anti mafia sociale, Stefano Fumarulo, scomparso il 12 Aprile del 2017 a soli 38 anni; ed è stato proprio quest’ultimo, in accordo con il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, a volere fortemente questa iniziativa regionale, soprattutto con l’obiettivo di estenderlo a tutte le altre regioni italiane, in modo tale che non restasse un episodio isolato.  Le scuole che partecipano quest’anno sono 25 da Bari e provincia. L’Edificio della Memoria è ideato dal giornalista Giancarlo Visitilli, presidente della Cooperativa “I Bambini di Truffaut” con la collaborazione dei magistrati Marco Guida e Angela Arbore ed e organizzato dalla Regione Puglia su Avviso n. 2/2017 “Cantieri innovativi di antimafia sociale: educazione alla cittadinanza attiva e miglioramento del tessuto urbano”.

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/baripos2/public_html/wp-content/plugins/ultimate-author-box/inc/frontend/uap-shortcode.php on line 94
style=”display:none;”>
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Sorry! The Author has not filled his profile.