CULTURA E SPETTACOLI

C’è cuore e arte nella pittura di Anna Cristino

(di Marino Lombardi) Si è inaugurata a Bari, presso la galleria d’arte contemporanea Passepartout di via Pavoncelli, la prima mostra personale della pittrice Anna Cristino. Personaggi dello spettacolo, l’Africa, le coppie femminili, il mare, la bellezza femminile, l’amicizia femminile, la donna vittima sofferente e un omaggio a Parigi; questi i temi principali dell’esposizione, con le opere disposte alla parete in un itinerario a circolo, dove lo spettatore, guidato da una conduttrice, ha decantato opera per opera le idee partorite dalla mente dell’artista. Miti come Anna Magnani e David Bowie, Alberto Sordi e Charlie Chaplin, donne africane provate dall’esistenza, donne innamorate che condividono esperienze, il mare come tema fondamentale creatore di atmosfere intime ed inconsce, la bellezza della donna in ogni senso, fisico e spirituale, rapporti di amicizia femminili con i loro umori e delusioni, per poi attraversare la sofferenza più intrinseca della vita di alcune donne che affrontano malattie come i tumori, per infine approdare ad un romantico omaggio alla città di Parigi, con i suoi locali tipici, donne vestite in modo particolare e provocante; tutti impressi sulla tela con la sola forza delle mani, infatti la Cristino è una delle artiste che adopera una tecnica che si potrebbe definire unica nel suo stile, quella appunto di spalmare i colori con le dita senza usare pennelli, percependo così un contatto unico e reale con l’opera che si sta realizzando, al massimo con l’aiuto di una spatola, nulla di più. Una delle opere davvero eccentriche è risultata essere il dipinto di una Venere bruna di spalle, ad eccezione della classica e bionda ormai stereotipata e tramandata da secoli.Hanno partecipato all’evento Rosa Ardito, conduttrice della serata; le opere hanno preso voce grazie alla scrittrice Paola Santini; il tutto coronato dalla splendida danzatrice di arti orientali Adele Restaini e da un eccezionale duetto di cantanti e compositori giovanissimi, gli Uramawashi, con Nicolò Restaini e Gaia Miolla. Partner della serata l’associazione Dragon Life, da tempo accanto alle donne che soffrono o hanno sofferto di patologie oncologiche.

Onofrio D’Alesio Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
×
Onofrio D’Alesio Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
Latest Posts